Migrare Live il proprio portale su Google Cloud Platform necessita di pianificazione di tempi e di risorse infrastrutturali: identificare, quantificare, controllare e migliorare.

Identificazione

Gli obiettivi di performance in base ai carichi vanno calcolati per non pesare eccessivamente sul budget.

Il nostro compito è quello di gestire il passaggio al cloud scegliendo tra i principali fornitori in base alle loro offerte, ma anche la futura manutenzione e relativo monitoraggio in tempo reale del portale da migrare.

Un esempio, è necessario studiare l’effettiva necessità di adottare dei costosi dischi SSD, magari tramite stress test ad hoc del database.

Controllo

Certamente è essenziale garantire la continuità del sistema attivando un Load Balancer per alti carichi che funzioni anche da High Availability, ovvero se un server va offline, la continuità è garantita dal secondario.

Molto spesso invece viene messo in secondo piano un eventuale servizio di monitoring real-time dei servizi web, che noi effettuiamo tramite ZABBIX. Questo permette di controllare in tempo reale lo stato dei servizi, anticipando un eventuale down del database o del codice del sito.

Miglioramento

E’ necessario comunicare spesso col cliente, fornendo anche spunti per migliorare sia lato back-end front-end e di performance, guidandolo attraverso le nuove tecnologie e possibilità.